Cédric Dasesson, fotografo ufficiale withinn: "Riparto ogni volta come se fosse la prima volta"

Blog


Lo sguardo fotografico di Cédric Dasesson sulle strutture withinn per vivere un'esperienza piena

Vogliamo presentarvi Cédric Dasesson, fotografo pieno di talento e passione, che è diventato fotografo ufficiale del gruppo withinn. In questa intervista parla del suo approccio alle strutture turistiche e del suo desiderio di rintracciare nuovi "punti di vista", dove l'ospite può riconoscere il luogo d'interesse.

Cédric, ci racconti la tua esperienza come fotografo ufficiale di withinn?
Ogni volta è una nuova esperienza, paesaggi e persone nuove da conoscere, da raccontare. Riparto ogni volta come se fosse la prima volta e la prima esperienza, sentirmi attratto da ogni luogo è quello che mi porta a scoprire, come con gli occhi di un bambino, una nuova avventura.

Come approcci il tuo “sguardo fotografico” verso una struttura? Che cosa cerchi di valutare e valorizzare?
L'esperienza sicuramente aiuta. Son diversi anni che mi specializzo in fotografie di strutture alberghiere e interni. È importante cogliere il senso del luogo che si vuole descrivere ogni volta. Mi piace essere sincero e non utilizzare metodi per nascondere imperfezioni, tanto il cliente, al suo arrivo, se ne renderà conto. Voglio dare un'esperienza anche a chi non può permettersi un viaggio, ma dare il giusto contributo per farlo sentire sul luogo che visito.

Quale valore aggiunto può dare una fotografia fatta a regola d'arte per il settore travel? Da uno a dieci, che influenza hanno le foto di qualità per le prenotazioni in un hotel?
La qualità di una fotografia reale è tutto per un cliente, condividere quello che un ospite si aspetta e quello che troverà veramente. In tutto ciò bisogna saper dare il giusto peso, in maniera diversa per ogni struttura. Per esempio: fotografare una struttura situata vicino al mare darà sensazioni diverse da una struttura fotografata sulla neve, soprattutto perché dovrà rappresentare due stagioni differenti.

Le fotografie possono aiutare nel far percepire il valore di una struttura/hotel fin dall'inizio?
Se rappresentano quello che un cliente vede sì, per questo cerco sempre punti di vista dove l'ospite può riconoscere il luogo d'interesse.

Quali sono secondo te le foto che non dovrebbero mai mancare?
Divido il servizio fotografico in due parti: la struttura e i luoghi in cui è circondata. Per ogni parte esistono degli standard. Nel caso della struttura sicuramente le stanze di alloggio e le aree di condivisione. Per i luoghi: le passeggiate e le attività che si possono trovare, che portano a vivere l'esperienza di Withinn.

Fotografare persone può essere utile anche per attuare strategie di visual storytelling, raccontando, attraverso le immagini, le sensazioni, ad esempio, di una coppia che visita l'hotel in cui soggiorna. Che ne pensi?
Le persone possono raccontare uno spazio e la loro grandezza in esso. Spesso utilizzo le persone per individuarle come ombre, un passaggio e un gesto d'interpretazione di chi vive la vacanza. Preferisco persone trovate sul posto, senza la partecipazione esterna di modelli, per condividere la realtà dell'Hotel o del Residence.

Quali sono gli errori più macroscopici che fanno i fotografi del tuo settore, secondo te?
Errori veri e propri posso dire che non esistono, vedo e interpreto la fotografia come un concetto, anche se ad essere onesto non condivido le fotografie delle strutture alberghiere quando non si lavora con linee perfettamente parallele e/o perpendicolari. Provengo da studi in Architettura e questo ha aiutato ad avere la predilezione verso linee perfettamente studiate.

Fra le strutture fotografate da Cédric, c'è il Calampiso, a San Vito Lo Capo, nella punta estrema della Sicilia occidentale, a poca distanza dalle meravigliosa Riserva dello Zingaro.

 

 

 

 

Partner

Strade del mondo
dunp advertising
Simple Booking
The Oracle
BTO